Disponibile MLDonkey 2.9.5

E’ pronta una nuova versione per il famoso client P2P multiprotocollo (a dire il vero era disponibile da un po’….), non introduce niente di nuovo ma corregge qualche bug della versione precedente.

Ecco il changelog:

6503: Remove release status when download is finished
6465: BT: Send correct downloaded value when download starts to tracker (colchaodemola)
6477: Use $MLDONKEY_DIR/mlnet_tmp instead of /tmp
– This patch fixes problems with hash checking of multifile BT
downloads when /tmp is too small.
– To override $MLDONKEY_DIR/mlnet_tmp use variable $MLDONKEY_TEMP.
This patch has nothing to do with option temp_directory.
6472: Multiuser: Count only files in download queue for user/group statistics
6471: Clean logfile
6470: BT: Use default of max_upload_slots as minimum for BT-max_bt_uploaders instead of hard-coded value
6466: Fix option_hook loop when changing max_upload_slots < 3, caused by patch #6451
6462: Multiuser: Restrict chown to admin users only
6458: Fix commit bug when filesystem reports negative values for maximum filename length
6451: BT: Implement minimum of 3 (like max_upload_slots) for option max_bt_uploaders

Come al solito rendo disponibile il file binario per l’aggiornamento del programma.

MLDonkey: 2.9.2 pronta

mldonkey_logo.png

E’ disponibile la nuova versione di MLDonkey, prelevabile direttamente da SourceForge o scaricando il solo binario da qui per l’aggiornamento.

La procedura di aggiornamento su SME è sempre la solita, da console si arresta MLDonkey

service mldonkey stop

poi si copia il file mlnet in /usr/bin e si fa ripartire il programma

service mldonkey start

Come ogni minor release che si rispetti le novità sono poche, quasi tutte concentrate sulla risuoluzione di alcuni problemi Gtk; di seguito riporto il changelog:



6242: Allow deactivation of [telnet|gui|gift]_port by setting it to 0
6240: GTK1 oldgui: Hide password in server settings
6239: Update GNU config.guess and config.sub to version 2007/07
Updated Mozilla protocol handler to version 2.2
- original source from http://www.informatik.uni-oldenburg.de/~dyna/mldonkey
6238: Fix statvfs code on alpha platform (Alexander Kotelnikov)
6237: EDK: Load server.met files from archives even if unpack fails
- http://www.gruk.org/server.met.gz is not a gz archive at the moment...
6231: Swarming: Propagate chunks of finished file before commit (pango)
      to other downloading files
6223: GTK2 GUI: Compile with lablgtk-2.10.0 by default
- this patch changes the lablgtk2 version used by ./configure
- self-compiled lablgtk-2.10.0 must be patched with patches/lablgtk-2.10.0.patch
6221: Configure: Remove unneeded checks
6220: GTK2 GUI: Fix compile bug due to changed API in lablgtk-2.10.0
- GTK2 GUI still compiles with older versions of lablgtk2
6197: Options backup: Better log messages, remove useless exception

 

Traduzione italiana di SME Server

Chi usa il server-manager di SME Server si sarà accorto che nella sezione di gestione degli accessi remoti la configurazione della porta di SSH è tradotta, o meglio non è tradotta, con un bel LABEL_SSH_PORT.

Per chi è un esteta come me 🙂 e volesse togliere questo piccolo neo può usare il file di traduzione che ho aggiornato.
Il file va copiato in /etc/e-smith/locale/it/etc/e-smith/web/functions .

Questo è il risultato.

Web-based terminal: AjaxTerm

Ajaxterm è un terminale utilizzabile da web scritto in pyton e ajax installabile facilmente in tutti i sistemi operativi posix (il piccolo how-to che segue è orientato all’uso con SME Server).
Utilizzandolo in maniera congiunta con un reverse proxy si potrà facilmente raggiungere il terminale dei propri server usando solo http o https, in barba ai firewall configurati per chiudere tutto tranne la navigazione web.

Per prima cosa si scarica l’ultimo pacchetto disponibile di AjaxTerm e lo si scompatta in /opt
cd /opt
wget http://antony.lesuisse.org/qweb/files/Ajaxterm-0.10.tar.gz
tar zxvf Ajaxterm-0.10.tar.gz

Potremo già farlo partire con
cd Ajaxterm-0.10
./ajaxterm.py

Di default AjaxTerm è in ascolto sulla porta 8022 ma basta creare una regola per apache usando mod_proxy per poterlo raggiungere sulla porta 80.
Per fare questo si può utilizzare ProxyPass, un contrib che si integra nel server manager di SME Server e permette la creazione veloce di url e virtual domain da redirigere verso altri server; l’obbiettivo è quello di raggiungere AjaxTerm all’indirizzo https://dominio/AjaxTerm/ .

Se ProxyPass non è installato si può scaricare da qui e fare
yum localinstall smeserver-proxypass-0.0.3-1.noarch.rpm
signal-event post-upgrade
signal-event reboot

Usando ProxyPass si crea una nuova URL entry con i seguenti parametri:

Path = /ajaxterm/
Target = http://localhost:8022/
Description= Ajaxterm
http= no
https = yes

In caso si visualizzasse un errore conviene far ripartire Apache manualmente
/etc/init.d/httpd-e-smith restart

Ora all’indirizzo https://dominio/ajaxterm/ (lo slash finale è necessario) dovrebbe essere disponibile in tutto il suo splendore AjaxTerm.

In caso lo si voglia far partire in automaticamente all’avvio del server basta aggiungere
./opt/Ajaxterm-0.10/ajaxterm.py -d
nel file /etc/rc.d/rc.local

Unici limiti che ho riscontrato sono l’impossiblità di loggarsi come root (basta fare login come altro utente e usare su) e a volte la chiusura della connessione.
Normalmente in SME Server non è permesso il login al terminale di utenti diversi da root o admin, per poter dare questa possibilità ad un altro utente si può usare in comando chsh per cambiare la sua shell di login, come root basta dare
chsh -s /bin/bash nome_utente

MLDonkey, nuova versione.

E’ disponibile la versione 2.9.1 di MLDonkey, nessun cambiamento di nota se non la correzione di un paio di bug.
Come sempre rendo disponibile (qui) il solo file mlnet per chi volesse effettuare l’aggiornamento.

Ecco il changelog:

- fix high CPU usage in share_scan_interval function
- BT: Better support for non-ASCII filenames
- BT: Send correct downloaded amount to tracker when download completed