vaticano.com : hacked (twice)

Il sito del Vaticano è stato defacciato ed è ancora online.

(clicca sull’immagine per vederla in formato pieno)

vaticano_defaced_sml.jpg

Aggiornamento: mi sa che è più di uno che si sta divertendo, magari la prossima volta passano ad Apache.

vaticano_defaced_bis_sml.jpg
Aggiornamento 2: il sito non è quello “ufficiale” del Vaticano (www.vatican.va) ma quello dei servizi turistici della Citta’ del Vaticano.
La pagina originale è visibile qui.

Ombre sullo Skypephone di 3

Dopo aver avuto svariate disavventure con Tre in passato stavo per ricaderci con quello che avrebbe potuto essere l’oggetto dei miei sogni: lo Skypephone. “Che bello” , pensavo, “con soli 19 € + 10 € al mese posso chiamare tutti i miei contatti Skype ed essere sempre raggiungibile”.

Mai cosa più falsa, a chi stesse cullando (l’insana) mia stessa idea di acquistare l’oggetto consiglio di leggersi questo post di Francesco Minciotti.

skype_tre1.jpg

Riassumendo gli aspetti foschi della vicenda:

  • il telefono costa 99€ o non 19€, cifra a cui viene dato in comodato con un contratto triennale.
  • non è ben chiaro se le 10 ore giornaliere di cui parla l’offerta siano di connessione alla rete UMTS o di effettive chiamate con Skype, una bella differenza!
  • le 10 ore gratuite sono utilizzabili solo fino a Dicembre 2008. E dopo? Non si sa.
  • il recesso anticipato dal contratto è gravato da penale, ma il decreto Bersani che fine ha fatto?

Ho sempre avuto l’idea che Tre avesse un rapporto con i clienti consumer (con quelli business mi dicono vada meglio) non molto trasparente, con queste ultime notizie ne ho avuto conferma.

Era anche ora!!

Un giudice italiano (si, proprio in Italia!) ha sentenziato che un utente ha diritto al rimborso del software preinstallato sul pc di cui non accetta l’EULA.

E’ tipicamente il caso di chi usa Linux a cui non interessa la presenza o meno del OS di casa Microsoft, il cui contratto dice «Qualora l’utente non accetti le condizioni del presente contratto, non potrà utilizzare o duplicare il software e dovrà contattare prontamente il produttore per ottenere informazioni sulla restituzione del prodotto o dei prodotti e sulle condizioni di rimborso in conformità alle disposizioni stabilite dal produttore stesso».

Una volta tanto è stato applicato quanto scritto.

Dal Corriere Della Sera .